Mobile shabby

shabbyWorkshop sul mobile shabby

Il termine Shabby Chic nasce alla fine degli anni 80 dalla designer americana Rachel Aswell. Un mobile shabby chic per essere definito tale deve raccontare una storia e quindi deve avere già vissuto in altre case prima della vostra. Caratteristica prima è quindi quella del recupero (dalla casa di una zia, nel negozio di un rigattiere, o da un mercatino delle pulci). E la modifica da parte vostra o di un esperto della patina originale con colori tenui e cere neutre o pigmentate. Nello stile shabby chic il legno è solitamente ridipinto nei toni del grigio chiaro, del giallo “guscio d’uovo” o del bianco. A chiunque di noi sarà capitato di ritrovarsi in casa mobili che non ci appagano più perchè la patina ormai è obsoleta o perchè il colore non è più così attuale... oppure di acquistare mobili grezzi e volerli colorare e dargli quella shabbatura che ora fa tanto chic. Lo scopo di questo corso è di apprendere a trattare, colorare, shabbare e decorare qualsiasi tipo di mobile o elemento in legno.

Il partecipante apprenderà:

  • la pulitura, la sverniciatura e il trattamento conservativo del mobile di recupero;
  • la stesura dei fondi e delle pitture idonee per ottenere gli effetti shabbati, decapati e velati; 
  • la decapatura "alla francese" per l'effetto invecchiato effettuata con utilizzo degli strumenti abrasivi;
  • la preparazione e la stesura dei protettivi finali (patine alla cere d'api, patine al sapone di marsiglia, pigmenti, polveri metalliche, ecc.) 

La tecnica appresa permetterà di recuperare vecchi mobili, decorare boiseries e mobili in modo completo e professionale, conoscere tutti i prodotti specifici per la pulitura, decorazione e decapatura del legno.

Per avere il programma del corso con il dettaglio delle lezioni scrivi ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure telefona al 0521/571271.

DOCENTE: Barbara Maldini
SEDE: Atelier di Villa Cremisi (Sala Baganza – Parma)

Domenica 21 ottobre, dalle ore 10 alle ore 16
Numero massimo di partecipanti: 6 persone